Solidarietà a Giorgio Pacini


Nella mattina del 17 agosto è stata recapitata una lettera intimidatoria al presidente della sezione Gavinana dell’ Anpi, Giorgio Pacini. La lettera, contenente un’immagine di gerarchi fascisti e la scritta “Viva i Franchi Tiratori”, aveva all’interno due vecchi proiettili.

Di fronte all’arroganza di coloro che si riempiono la bocca con parole come “duce” e “fascismo”, che vorrebbero una società modellata su quella del ventennio, che portano avanti, giorno dopo giorno, una politica razzista e xenofoba, è necessario esprimere massima solidarietà a chi subisce intimidazioni ed aggressioni per la sua pratica antifascista. Vili i franchi tiratori di un tempo che, nascosti negli angoli bui sparavano indiscriminatamente per seminare terrore, vili i fascisti di oggi che, cercando di riscrivere la storia e minacciando chi si oppone a questo, tentano di ridare legittimità a gruppi e ideologie sconfitte dalla resistenza di uomini e donne come Giorgio Pacini.

Oggi come ieri, l’antifascismo deve essere pratica quotidiana, individuale e collettiva.

Collettivo Politico di Scienze Politiche

 

, , ,

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)