11-13 LUGLIO: A FIANCO DEI LAVORATORI DELLA LOGISTICA! boicotta granarolo


11 luglio>> ore 20 al CPA fi sud (via villamagna 27/a)

CENA IN SOSTEGNO DELLA CASSA DI RESISTENZA DEI LAVORATORI DELLA LOGISITICA

+ proiezione video e contributi operai in lotta

11-12-13 luglio>> iniziative in solidarietà e giornate di BOICOTTAGGIO DELLA GRANAROLO

Negli ultimi mesi si è sviluppata, nel nord Italia ma non solo, la lotta dei facchini nel settore della logistica. Scioperi, picchetti, manifestazioni hanno coinvolto e mobilitato migliaia di lavoratori, in particolare immigrati organizzati all’interno dei sindacati SI-Cobas e ADL-Cobas, rompendo finalmente ogni divisione tra lavoratore immigrato ed italiano e ricevendo una diffusa solidarietà. A seguito di queste lotte, alcune anche vincenti con aumenti contrattuali e diminuzione dei carichi di lavoro, stato e padroni stanno mettendo in campo tutti gli strumenti repressivi e preventivi consentiti: cariche, denunce, fogli di via e soprattutto licenziamenti dei lavoratori più attivi.

A Bologna sono stati licenziati 41 lavoratori di un consorzio di movimentazione merci a marchio Granarolo, colpevoli di aver alzato la testa e scioperato di fronte ad una decurtazione salariale (indebita) del 35% del loro stipendio e di quello dei loro colleghi. La repressione è strumento determinante per il mantenimento dello sfruttamento, in particolare verso chiunque esca dalle logiche della compatibilità e della concertazione.

E’ necessario ed urgente rispondere in maniera collettiva a questi attacchi. Raccogliamo anche a Firenze l’appello del SI Cobas e dell’ADL Cobas, per una mobilitazione in difesa dei 41 operai licenziati in Granarolo e di tutti i lavoratori colpiti dalle misure repressive e per una Cassa di Resistenza che sia di tutela per i lavoratori in lotta.

– Sosteniamo lo sciopero dei lavoratori in difesa dei licenziati, sosteniamo il diritto di sciopero per tutti, boicotta Granarolo
– Per contribuire alla Cassa di Resistenza vedi qui

organizzano
CPA Firenze sud, Cantiere Sociale K100 Fuegos, Collettivo Politico Scienze Politiche, Clash City Workers, Brigate di Solidarietà Attiva

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)